Categorie
Nuovi
Popolari

Perché è cosi importante creare il blog aziendale

Creare il blog aziendale è utile alle aziende B2B per molte ragioni, in questo articolo analizzeremmo ogni vantaggio nel dettaglio

 

Sono già molte le imprese B2B che si sono dotate di un blog, ma per la maggior parte è ancora oscuro il motivo per cui un’attività apparentemente così frivola dovrebbe potere aiutare un’azienza a trovare nuove opportunità commerciali. All’interno della metodologia inbound, sempre più in voga e fortemente promossa come la più efficace nel panorama del marketing digitale in ambito business-to-business, i contenuti la fanno da padrone, letteralmente, perché incarnano la filosofia di offrire all’utente ciò di cui ha bisogno ne momento in cui lo sta cercando e nei luoghi scelti per queste indagini.

Nelle prossime righe vedremo quali sono i vantaggi che derivano una volta che si decide di creare un blog aziendale:

+ traffico
+ fiducia
+ lead
+ fedeltà

Per prima cosa, chiariamo una volta per tutte cosa sia un blog: un blog è un sito con contenuti aggiornati di frequente che riguardano un argomento e sono ottimizzati su una specifica parola chiave.

Non si tratta di una sezione statica del sito aziendale, come la home page o la pagina “Chi siamo”, ma aggiornata spesso e ricca di contenuti freschi.

Attenzione anche all’argomento: creare un blog aziendale significa avere la possibilità di rivolgervi direttamente ad una nicchia di pubblico selezionata e interessata alle vostre offerte, a differenza di quanto accade nel marketing tradizionale in cui i messaggi pubblicitari sono rivolti ad un target generico; per questa ragione i cosiddetti metodi outbound risultano sempre meno efficienti perché costosi e poco mirati.

Per chi creare il blog aziendale? Molte persone, in realtà, anche se in questo post suddivideremo i destinatari dei contenuti in 2 macro gruppi.

I motori di ricerca come Google “leggono” i blog per scoprire di cosa parlino e indicizzarne le pagine per offrire una risposta agli utenti nei risultati delle loro ricerche. Ad esempio, Google analizzando questo articolo potrà proporlo a chi sta effettuando una ricerca sul perché sia importante creare blog aziendale.
I clienti potenziali leggono i blog per cercare contenuti rilevanti e utili su un determinato settore industriale: ormai la quasi totalità del processo d’acquisto viene svolta in autonomia dai buyer che non hanno bisogno di frequentare fiere o incontrare i venditori per conoscere le funzioni o i vantaggi di un prodotto/servizio, ma trovano ogni specifica, piuttosto facilmente, online e con pochi clic.

Probabilmente ora starete pensando “il mio cliente tipo non legge blog, ne sono certo!” Niente di più sbagliato. Forse i vostri prospect non si iscrivono alle newsletter di un blog, ma ciò non implica che non si imbattano in post sui blog nel corso delle loro ricerche online e che si soffermino a leggerli se trovano che rispondano ai propri dubbi.

Ciò detto, veniamo alla nostra domanda, perché è così importante creare un blog aziendale?

L’attività di blogging aiuta ad incrementare il traffico al sito

Ogni volta che viene pubblicato un post sul blog, la pagina costituisce una nuova opportunità per gli utenti di trovare il vostro sito aziendale e scoprire qualcosa su di voi. In altre parole, un’occasione unica di portare traffico qualificato al sito..

Più articoli verranno prodotti dall’attività di content marketing più possibilità avrà l’azienda di farsi conoscere da nuovi prospect. 100 post sul blog corrispondono a 100 nuove opportunità di essere trovati da contatti interessati e così via.

Nessuna altra sezione del sito ha un potere paragonabile a quello del blog, pensate che ogni nuovo articolo corrisponde ad un nuovo URL indicizzato per i motori di ricerca. Per quanto possiate ottimizzare tutte le vostre pagine web non potrete certo creare un numero tanto alto di sezioni e aggiornarle continuamente tanto da offrire a Google almeno una novità alla settimana…

Creare un blog aziendale equivale ad avere una serie infinita di cartucce a disposizione per restare sempre nelle prime posizioni dei risultati dei motori di ricerca per le parole chiave che vi interessa targettizzare per raggiungere il cliente ideale.

Il blog offre infinite opportunità per essere trovati online.

Ma non è tutto, creare un blog aziendale non è importante solo perché aiuta ad incrementare il volume di traffico al sito, ma perché aumenta il numero di visitatori qualificati. Come? Attraverso la pubblicazione di contenuti che interessino proprio a qual tipo di pubblico che volete attrarre alla vostra azienda. La scrittura degli articoli servirà a proprio a crearvi una nicchia di seguaci su misura per i vostri prodotti/servizi, persone che potrebbero trasformarsi in clienti fedeli.

L’attività di blogging incoraggia la fiducia del prospect

Facciamo un esempio piuttosto banale, comprereste più volentieri un’auto da un venditore che vi ha dedicato molto tempo per spiegarvi ogni dettaglio e caratteristica o da chi non avete mai nemmeno incontrato di persona? Immagino dal primo, giusto?

Ecco immaginatevi ora di spostarvi sul piano B2B, l’attività di blogging fa in modo che i buyer vi conoscano, si fidino di voi perché durante tutta la fase di ricerca del processo d’acquisto, siete stati dei consulenti presenti, ma non invadenti e avete fornito risposte ad ogni domanda e dubbio, senza chiedere nulla in cambio.

L’azienda investe tempo nella creazione di contenuti, ma ne ricava un legame di fiducia che faciliterà la scelta d’acquisto del prospect indirizzandolo proprio verso quei prodotti/servizi che ha imparato a conoscere ed apprezzare.

Se ancora non siete convinti del perché sia così importante creare un blog aziendale e state pensando che traffico al sito e fiducia non bastino, perché la vostra azienda ha bisogno di nuovi contatti commerciali validi, beh… è proprio questo che avrete con l’attività di blogging!

New Call-to-action

Ricordate quando parlavamo di nuove opportunità di traffico al sito? Ogni utente che arriva al sito aziendale rappresenta un’opportunità di lead generation. Quindi un post sul blog letto da 100 persone equivale a 100 possibilità di convertire il visitatore estraneo in un contatto commerciale, tramite un pulsante di call-to-action (invito all’azione) inserito nella pagina. L’utente sarà invitato a scaricare un materiale gratuito (e-Book, guida pratica, demo, ecc.) che approfondisca l’argomento dell’articolo sul blog, a seconda della fase del percorso d’acquisto in cui si trova. In cambio dovrà semplicemente compilare un form con i suoi dati, trasformandosi di fatto in un lead qualificato che andrà coltivato fino a che sarà pronto per il contatto con un venditore.

Volete sapere qual è la ciliegina sulla torta?

Un post sul blog rimane online finché voi non deciderete di eliminarlo o aggiornarlo, significa che può anche restare sul sito per sempre. E per sempre continuerà a lavorare per conto vostro, portando nuovi utenti e lead anche grazie alle condivisioni sui social network. Anche mentre gli uffici sono chiusi, di notte o il 15 di agosto, il blog sarà sempre operativo e il lavoro di content marketing svolto in una giornata potrebbe regalarvi risultati per gli anni a venire. Se pensate ad una campagna pay-per-click o ad un’inserzione sponsorizzata, potete dire lo stesso? Nel momento in cui si smette di investire, terminano i risultati, il traffico e i lead.

 

Info Autore:
Ron Benvenisti
Scheda autore su CS
(Originale)

Discussione — Nessuna risposta