Categorie
Nuovi
Popolari

Metodi di pagamento da adottare sul tuo e-commerce

Quali metodi di pagamento usare sul proprio e-commerce?

Quali sono i metodi di pagamento preferiti dai tuoi potenziali clienti?

In Italia il commercio online è in crescita ma siamo ancora lontani dalle cifre generate dalla maggior parte delle restanti nazioni Europee.

Perché questa diffidenza?

Il motivo principale è sicuramente da attribuire alla paura di essere truffati, quindi il problema maggiore, visto dagli occhi dell’acquirente, è la sicurezza dei pagamenti.

Come riuscire a rassicurarlo?

Innanzitutto è bene avere una pagina dedicata ai pagamenti, con informazioni su costi aggiuntivi e tempi di ricezione del denaro (ad esempio per un bonifico bancario passeranno diversi giorni prima che l’ordine venga messo in “lavorazione”, meglio specificarlo!), in più è opportuno avere a disposizione più metodi di pagamento a cui il cliente può affidare la sua transazione.

Metodi di pagamento

Paypal. Uno dei metodi di pagamento più usati e sicuri. Le tariffe non sono delle più economiche (da 0 a 2.500,00 €/mese tariffa del 3,4% + 0,35 € per la transazione) ma l’affidabilità del servizio è di primissimo ordine e tutela sia il venditore che il consumatore. Con l’aumento dei volumi (100.000 euro/seme) può scendere fino a 1,8% + €0,35 per transazione

La grande affidabilità che trasmette questo metodo di pagamento è straordinario e i potenziali clienti spesso e volentieri lo preferiranno agli altri pagamenti anticipati. Avere come metodo di pagamento Paypal sul proprio e-commerce è quasi obbligatorio: una sua eventuale assenza verrebbe immediatamente notata, suscitando timori verso il pagamento anticipato della merce.

Bonifico. Il bonifico bancario è un altro metodo di pagamento da annoverare nei pagamenti sicuri ma non è esente da svantaggi. Il primo potenziale problema lo troviamo nelle tempistiche: un bonifico bancario o postale può impiegare diversi giorni prima di arrivare a destinazione e di conseguenza i tempi di elaborazione dell’ordine rallentano. Il secondo (e ultimo) eventuale punto che potrebbe frenare l’acquisto del cliente sono i costi dell’operazione, che variano da banca a banca.

Carta di credito prepagata. Sicuramente un’altra modalità di acquisto ben vista da chi effettua acquisti online ed il motivo è semplice: non c’è, a differenza delle carte di credito con addebito su conto corrente, un plafond di migliaia di euro. Il credito della carta prepagata può essere tenuto sempre al minimo sindacale utile solo all’acquisto del prossimo prodotto. Il funzionamento è semplice e sicuro: se devo spendere 90,00 € ricarico la carta con 90,00 €, al termine della transazione la ricaricabile rimane vuota, lontana da ogni pericolo!

Contrassegno. Il metodo di pagamento più sicuro perché non anticipato. Purtroppo questa modalità ha dei costi non vantaggiosissimi e si è costretti ad applicare una tassa aggiuntiva. Ben visto per la sicurezza ma spesso evitato per il costo aggiuntivo (mediamente 5,00 euro, è comunque bene offrire questa possibilità, anche con costi rilevanti (senza esagerare): la possibilità di poter scegliere anche un pagamento alla consegna, seppur alla fine si opta per altri pagamenti, rassicura il cliente sull’affidabilità dello shop online.

Come detto ad inizio articolo avere più di un metodo di pagamento è sempre ben visto dagli occhi del cliente: ognuno ha la sua modalità preferita ma tutti vogliono o potrebbero avere il bisogno di scegliere la più opportuna, a seconda delle tempistiche, disponibilità etc. etc.

Info Autore:
Carmine Grassio
Scheda autore su CS
(Originale)

Discussione — Nessuna risposta