Categorie
Nuovi
Popolari

5 trucchi per l’utilizzo di Twitter nelle PMI

Nel corso degli ultimi anni Twitter è diventato una delle piattaforme di social networking preferita dalle PMI. Sin dalla sua introduzione nel 2006, la piattaforma di microblogging in 140 caratteri è cresciuta in modo esponenziale fino a raggiungere i quasi 200 milioni di utenti attivi.

 

Nel corso degli ultimi anni Twitter è diventato una delle piattaforme di social networking preferita dalle PMI. Sin dalla sua introduzione nel 2006, la piattaforma di microblogging in 140 caratteri è cresciuta in modo esponenziale fino a raggiungere i quasi 200 milioni di utenti attivi.

Ed è naturalmente diventata la piattaforma ideale per le PMI che vogliono un rapporto più stretto e personale con i clienti attuali e potenziali. Fare un uso corretto dei 140 caratteri su Twitter sembra semplice, ma sfortunatamente un gran numero di PMI ignora le basi per raggiungere i risultati voluti.

Ecco perché ho voluto scrivere questi 5 consigli per aiutare le PMI a raggiungere gli obiettivi su Twitter.

Avere un obiettivo chiaro

Come per ogni altra attività di marketing avere un obiettivo chiaro da raggiungere su Twitter è di estrema importanza. Potrebbe sembrare una cosa semplice, ma senza un chiaro obiettivo potresti avere difficoltà nel definire gli argomenti dei tuoi tweet. Twitter è solo uno strumento – per quanto molto utile. Non utilizzarlo solo perché lo fanno tutti ma definisci in che cosa può esserti utile e realizza i tweet e il profilo in accordo con il tuo obiettivo.

Costruire un profilo che stupisce

Il tuo profilo definisce la tua brand image su Twitter. Assicurati che rifletta la tua azienda in 5 modi: con la foto del profilo, con l’immagine di sfondo, con la descrizione del profilo, con la localizzazione, con un template personalizzato.

Segui le persone che ti interessano

Twitter può aiutarti a entrare in contatto con persone di grande rilevanza per il tuo business. Comincia con il seguire i tuoi clienti esistenti e lascia che diffondano i tuoi tweet, poi allo stesso modo segui le personalità più influenti del tuo settore e comincia a coinvolgerle. In quanto PMI dovrai cominciare ad andare dietro alle persone almeno all’inizio. Un altro inizio sensato è studiare i followers dei tuoi competitor trovando coloro che sono interessanti per il tuo business. Ma assicurati di non trovarti a seguire centinaia di utenti irrilevanti in quanto il rapporto follower/following richiede un bilanciamento delicato.

Content is the King anche su Twitter

Anche se I tuoi tweet sono lunghi solo 140 caratteri, non bisogna scordare che la qualità del contenuto è di estrema importanza. Infatti qualsiasi contenuto può contenere un link di approfondimento ma il coinvolgimento deve avere inizio nei 140 caratteri. Di nuovo l’analisi dei competitor è un buon modo per cominciare, scoprendo cosa ha successo per loro su Twitter. Studia lo stile dei loro tweet, non per copiarli ma per avere un’idea di cosa funziona nel tuo settore di mercato. Ricordati però di non usare Twitter direttamente per vendere e non spammare i tuoi follower con link al blog o alle pagine prodotto. Utilizzalo per coinvolgere ed entrare in stretto contatto con il tuo target market, identifica i problemi e usa Twitter per offrire soluzioni. Allo stesso tempo retwitta contenuti utili con generosità, cerca di capire le necessità dei tuoi followers e ottieni feedback diretti ed indiretti sul tuo prodotto/servizio.

Ripeti più volte il tuo tweet

Nessuno è online tutto il tempo per cui devi essere sicuro che i tuoi tweet raggiungano il maggior numero possibile di followers. Pianifica i tuoi tweet in accordo con i fusi orari così la maggior parte dei tuoi follower potrà vederli e ripeti pure più volte lo stesso tweet.

Twitter è senza dubbio una delle piattaforme più efficaci per il coinvolgimento al momento. Per le PMI è la piattaforma da sogno in quanto possono raggiungere i clienti a un costo minimo. Pertanto gettare le basi corrette per un account Twitter efficace è estremamente importante tanto quanto utilizzarlo per propositi di marketing avanzato, coinvolgimento e ricerca.

 

Info Autore:
Cristina Skarabot
Scheda autore su CS
(Originale)

Discussione — Nessuna risposta